Skip to main content

Email Marketing: i trend, le tendenze e le best practice per il 2023

10 Trend e best practice dell’email marketing 2023

 

L’email marketing è ancora oggi uno degli attori più importanti nel mondo del digital marketing.

In questo articolo scopriremo come sfruttare al meglio le ultime tendenze per le tue strategie di email marketing.

Questo è un momento importante per l’email marketing.

Nonostante sia uno dei canali più antichi nell’agone del marketing, l’email marketing continua a svolgere un ruolo chiave per le imprese sia grandi che piccole.

In effetti, il mercato globale dell’email marketing è stato valutato a 7,5 miliardi di dollari nel 2020 ed è destinato ad aumentare a 17,9 miliardi di dollari entro il 2027.

Il motivo per cui l’email marketing è in costante crescita, è che offre alle imprese la possibilità di un rapido ritorno sull’investimento (ROI).

Si prevede ne prossimo futuro una grande crescita dell’email marketing…

Quindi vale la pena tenere d’occhio le ultime tendenze dell’email marketing e capire come sfruttarle a proprio vantaggio.

10 nuovi trend e tendenze nell’email marketing per il 2023

Secondo Litmus, oltre il 90% delle aziende concorda che l’email marketing è fondamentale per i risultati della propria azienda.

Questo rapporto ha anche rivelato che il 41% degli intervistati, classifica l’email marketing come “very critical”;

Con un aumento di quasi il 30% rispetto a prima della pandemia Covid-19.

Ciò che una volta era importante si è rapidamente trasformato in essenziale.

Il 37% delle aziende intende aumentare i propri investimenti nel 2022, con solo l’1,3% che prevede di ridurre il proprio budget di posta elettronica.

Questa tendenza è una notevole differenza dall’inizio della pandemia, quando l’11% ha aumentato i propri budget di posta elettronica e il 35% li ha ridotti.

Morale della storia?

Dai priorità alle strategie di email marketing.

Ma per farlo in modo efficace, devi adottare il giusto approccio e investire con oculatezza sapendo su cosa investire.

Quindi iniziamo a comprendere quali sono le ultime tendenze dell’email marketing a cui prestare attenzione.

 

Customer Retention

Acquisire nuovi clienti è sempre l’obiettivo di tutti i business e di tutte le imprese, ma mantenerli sta diventando ancora più importante.

L’eMail Marketing è uno degli strumenti più importanti nelle strategie di Customer Retetion nell’ambito di strategie di Customer Relationship Management (CRM).

La fidelizzazione dei clienti è però troppo spesso trascurata dalle imprese a causa di soluzioni che hanno un orizzonte temporale di breve termine.

Ma quando si tratta di pianificare in anticipo, la fidelizzazione è un elemento cruciale per una crescita aziendale di medio e lungo termine.

Sorpresa-sorpresa, l’email marketing sembra essere la strategia di marketing digitale più efficace per la fidelizzazione dei clienti.

Però per far tornare i tuoi clienti, è necessario implementare una strategia di fidelizzazione studiata in modo da sviluppare una intimacy con i tuoi clienti.

Potrai include nella tua strategia welcome letter, newsletter, promemoria con diversi oggetti, premi, programmi fedeltà e richieste di “referral” dirette.

Anche l’utilizzo di contenuti generati dagli utenti (user-generated content) attraverso le recensioni dei clienti, potrà aumentare il traffico organico e migliorerà sicuramente i tassi di conversione.

Ricorda, sii fedele alla tua base di clienti e loro saranno fedeli a te.

La customer retention batte l’acquisizione… si dice sia il valore sia di 6:1 (per approfondire questo concetto leggi l’articolo sul CRM).

 

Welcome letter and newsletter

Proseguendo nella direzione della Customer Retention, approfondiamo meglio due potenti attori dell’email marketing: Welcome Letter e newsletter.

Infatti questi due strumenti si trovano in cima alle classifiche tra i tipi di email più utilizzate nell’eMail Marketing.

Per spingere sempre di più sulla fidelizzazione e sul coinvolgimento dei tuoi clienti, questo tipo di email sono standard de facto nelle best practice dell’email marketing.

Dai ai tuoi clienti un caloroso benvenuto quando interagiscono con te, che stimoli la voglia di tornare sul tuo sito o ricontattarti per conoscere meglio il tuo brand, la tua impresa o i tuoi servizi e prodotti.

E Ora? Ora che li hai agganciati: “Tieni lì con te”! Utilizza newsletter coerenti di elevata qualità e con contenuti interessanti e pertinenti.

Che ci crediate o no, le persone che ricevono le tue email… ti stanno effettivamente pagando!

Esatto, le newsletter con contenuti esclusivi e originali ti portano soldi veri.

Grazie alla trasformazione di clienti, in clienti fedeli che tornano a comprare i tuoi servizi e i tuoi prodotti.

Questo è il motivo del successo e della popolarità della newsletter via e-mail.

ATT.NE: Assicurati di non includere la parola “newsletter” nella riga dell’oggetto.

La ricerca suggerisce che se lo fai, c’è una diminuzione del 18,7% dei tassi di apertura.

 

Personalizzazione

Il “marketing personalizzato” o anche meglio noto come marketing one-to-one, è l’obiettivo principale di tutte le strategie di marketing, siano esse per acquisizione di nuovi clienti che nella customer retention.

Le strategie di marketing personalizzato sono un unicum con le strategie CRM, ossia hanno l’obiettivo di mettere al centro delle strategie dell’impresa i propri clienti con le loro esigenze e necessità.

La personalizzazione delle email inviate, migliora in modo considerevole i tassi di conversione, il coinvolgimento, i feedback positivi, lead nurturing e la generazione degli stessi lead.

Inoltre un’email marketing customizzato contribuisce in modo massiccio alla fidelizzazione dei clienti, creando maggiore valore e quini maggiori entrate per la tua azienda o per il tuo brand.

A confermarlo sono anche le statistiche:

  • L’80% dei clienti ha maggiori probabilità di acquistare da un marchio che offre esperienze personalizzate.
  • L’83% dei clienti condividerà i propri dati per creare un’esperienza più personalizzata.

Quindi i marketer ora hanno il potere di indirizzare i consumatori come mai prima d’ora.

I modi più efficaci per personalizzare le eMail sono molti e non sono così complessi: utilizzare il nome del cliente, il nome dell’azienda o altri dati del profilo come elemento differenziante.

Inoltre si possono creare email personalizzate per segmento di appartenenza dei clienti, oppure per posizione geografica o, ma qui la cosa si fa un poco più complessa, attraverso l’analisi delle interazioni e degli acquisti precedenti.

Esistono anche modi per personalizzare le eMail attraverso le preferenze espresse in precedenza dai clienti sul sito Web: studiando le interazioni che hanno avuto con i prodotti o servizi, o ancora analizzando le membership, i premi vinti o i punti guadagnati, fino ad utilizzare la razza, la nazionalità o il sesso.

Per distinguerti, dovresti andare oltre il semplice utilizzo dei nomi dei clienti nella tua strategia di email marketing.

Questa strategia passa rapidamente e i clienti si abituano subito, senza parlare del fatto che tali “trucchi” sono usati da tutti.

Come primo passo dobbiamo pensare a segmentare i nostri clienti.

Fatto questo avari bisogno di versioni diverse di email da indirizzare ai diversi gruppi di clienti: quindi non limitarti a inviare la stessa email, con il nome di ciascun cliente, a tutti i clienti.

Attraverso una buona segmentazione, conoscerai sempre meglio i tuoi clienti e comprendere attraverso i gli A/B test il loro comportamento.

Pensa che nonostante la sua efficacia nello studio dei clienti gli split test sono usati pochissimo.

Infatti, il 55% dei marketer non usa gli A/B test: questa è sicuramente un’occasione persa.

 

Automazione e intelligenza artificiale

Sviluppando l’email marketing personalizzato, uno strumento estremamente efficace è quello della marketing automation.

La marketing automation è un sistema per automatizzare il processo di invio email per farlo diventare più efficiente ed efficace.

L’email marketing automatizzato è un sistema che invia contenuti accuratamente scelti, al cliente giusto nel momento giusto.
Questi sistemi stanno diventando estremamente importanti e stanno diventando sempre più importanti per le imprese.

La marketing automation è diventata una delle tendenze principali dell’email marketing.

Tanto che il 59% dei responsabili marketing delle imprese ha intenzione di investire nell’automazione come principale priorità della propria azienda.

Come strumenti fondamentali nell’automazione sono le così detto “triggered email” che sono usate nell’82% dei casi.

Molto usate anche le drip campaign o le campagne di nurturing.

 

Brevemente sulle drip campaign o le campagne di nurturing

Le campagne drip sono in genere una serie di messaggi (e-mail… anche se oggigiorno possono includere messaggi di testo, direct mail e anche social) inviati a intervalli regolari, che definisci per sviluppare una relazione con i tuoi contatti. La serie completa in una drip campaing viene inviata indipendentemente dall’interazione del destinatario (a meno che, ovviamente, non annulli l’iscrizione alla tua mailing list).

Le Nurture campaigns sono una serie di messaggi inviati in base al comportamento del lead/contatto. Vengono inviati messaggi tramite trigger rispetto a una pianificazione. I trigger possono essere link cliccati, pagine visualizzate, moduli compilati, video guardati, webinar registrati.

 

Come altri strumenti utilizzati sono la segmentazione, i test A/B e l’analisi dei report.

 

Le email più semplici da automatizzare sembrano essere le welcome letter: onboarding o post-acquisto, rinnovo di abbonamenti o invio di email quando un cliente abbandona un carrello o addirittura chiude il browser.

L’intelligenza artificiale (AI), invece ha molta strada da fare rispetto alle attuali funzionalità di marketing automation.

Ma potrebbe rivelarsi uno strumento estremamente efficace nel processo di automazione.

L’intelligenza artificiale potrà identificare i potenziali clienti con maggiore velocità e precisione, fornirà contenuti personalizzati promuovendo al contempo la consapevolezza e il coinvolgimento del brand.

Poni attenzione alla privacy

Sviluppando strumenti sempre più sofisticati di marketing automation, sicuramente aumenterà l’attenzione da prestare alla privacy.

Questo è evidenziato dal fatto che i cookie terze parti verranno abbandonati da tutti i browser e l’adozione del nuovo schema di protezione della privacy di Apple: Mail Privacy Protection (MPP)

https://www.apple.com/uk/legal/privacy/data/en/mail-privacy-protection/.

MPP non permetterà più di accedere alle informazioni che possono essere raccolti dalle interazioni con le email: orari e quantità di aperture, numero di forward effettuati e così via.

Come detto i cookie di terze parti molto probabilmente verranno abbandonati dai principali browser, sicuramente da chrome.

Le quattro principali alternative che sostituiranno i cookie di terze parti saranno Privacy Sandbox di Google, Universal ID, pubblicità contestuale e raccolta di dati proprietari.

Le recenti rivelazioni fornite dai principali player del mercato, stanno costringendo i marketer a riconsiderare le loro strategie di personalizzazione, in modo da riuscire a creare processi di custumizzazione.

Entrando in questa nuova revisione della privacy, è importante riconoscere i quattro principali tipi di dati:

  • Zero-party data: sono quelli che un cliente condivide intenzionalmente e in modo proattivo con un brand. Possono includere le intenzioni di acquisto, informazioni personali e il modo in cui la persona desidera interagire con l’azienda.
  • First–party data: o Dati proprietari, questi sono forniti direttamente dagli utenti attraverso l’interazione sul tuo canale: email utilizzate, le attività svolte sul sito Web, la cronologia degli acquisti.
  • Second–party data – Dati condivisi da un partner fidato: attività di co-marketing, recensioni dei clienti e programmi fedeltà.
  • Third-party data : dati aggregati prelevati da più fonti: attività di navigazione, dati demografici e risposte ai sondaggi e comunque da entità non in relazione con te.

Sarà fondamentale guadagnarsi la fiducia del tuo interlocutore attraverso meccanismi di interazione al fine di far sentire il cliente a proprio agio in relazione alle tue comunicazioni.

Fornitori come Brand Indicators for Message Identification (BIMI https://bimigroup.org/) forniscono sistemi per convalidare le email inviate dai brand, ad esempio mostrando il logo accanto al nome del mittente nella posta in arrivo.

BIMI, ha già registrato un aumento del 90% della fiducia nel marchio da parte dei clienti che ricevono le email “convalidate”.

 

Empatia ed Email marketing

Ancora una volta facciamo riferimento alla personalizzazione delle email, che come detto è uno degli elementi fondamentali nel futuro dell’email marketing.

Questa volta però ci concentriamo sugli aspetti legati alla persona.

Dopo la pandemia e le diverse spinte su importanti questioni sociali, nel lavoro e non, si sta diffondendo sempre più il concetto di DE&I Diversity, Equity & Inclusion nelle imprese e nella società tutta.

Questi concetti devono essere sempre più presenti nel nostro email marketing.

Quindi dovremo pensare sempre di più alle persone che ricevono le nostre comunicazioni, che sono esseri umani che vivono, respirano, pensano e soprattutto hanno sentimenti, che non conosciamo.

Spingere troppo la personalizzazione può anche portare a paradossi tali da poter risultare sgradevole per qualcuno.

Pertanto il consiglio è di essere empatico, pensare alle persone come tali e non solo come “potenziali clienti”.

Comunica quindi i tuoi valori, i valori della tua impresa, usa un linguaggio inclusivo e utilizza immagini che risultino appropriate.

 

Trend design dell’email marketing

Le ultime tendenze dell’email marketing non riguardano solo il contenuto.

Anche l’aspetto e l’esperienza complessiva del cliente del tuo email marketing sono importanti.

Tutto questo passa attraverso il design delle tue email.

Ci sono moltissimi siti da cui poter trarre ispirazione per ottenere email veramente performanti.

Vediamo alcuni esempi…

 

Welcome Email

Una buona email di benvenuto è una grande opportunità per lasciare nel tuo interlocutore una “buona prima impressione”, quindi è necessario riflettere bene su cosa inviare.

Vi forniamo un esempio di Welcome email che secondo noi è di ottima fattura e design.

 

Esempio di newsletter

Questo esempio è molto significativo, perché permette al cliente di scorrere la email senza interruzioni fino alla fine, con contenuto chiaro e definito e con call to action chiare.

Esempio di email per e-commerce

Se hai un eCommerce sicuramente dovrai inviare email promozionali con sconti esclusivi o con specifiche promozioni dedicate ai tuoi iscritti.

L’esempio di email che ti proponiamo (https://reallygoodemails.com/emails/outsmart-the-weather), utilizza immagini ben curate e un’intestazione incisiva volte a catturare subito l’immaginazione e catapultarli in una realtà desiderabile.

 

Qual è il punto essenziale? L’esperienza dell’utente.

Le tendenze e le funzionalità del design nell’email marketing continuano a mutare nel tempo.

Ma la necessità di una maggiore user experience (UX) sarà sempre di più l’aspetto vincente nell’email marketing.

Le email che riescono ad entusiasmare con immagini e contenuti che scorrono senza interruzioni dall’alto verso il basso, portano i tuoi interlocutori a interagire con il tuo brand e a utilizzare maggiormente le Call To Action (CTA).

 

Adottare un approccio Mobile First

Il passaggio al cellulare è ormai avvenuto completamente.

Anche se già alcune imprese adottano formati responsive, ora è il momento di adottare un approccio mobile first nella progettazione delle email.

Alcuni dati dicono che il 64,73% delle email negli Stati Uniti viene letto su dispositivi mobili, crediamo che in Europa e nel mondo il trend sia simile.

Altri dati ci dicono che quando le email non vengono visualizzate correttamente sui dispositivi mobili, nel 70% dei casi vengono eliminate entro 3 secondi.

Inoltre, uno studio di Shopify sull’attività del Black Friday e del Cyber Monday ha mostrato che un incredibile 71% delle vendite proveniva da dispositivi mobili, rispetto al 29% da desktop.
Quindi se le tue email non sono ottimizzate per i dispositivi mobili, rischi di perderti una bel pezzo della torta!

La buona notizia è che al giorno d’oggi gli schermi dei dispositivi mobili sono un po’ più grandi di prima, quindi implementare un design per email mobile first non è un compito difficile.

Quindi il consiglio di utilizzare un approccio al design con approccio mobile-first nel tuo email marketing.

Rendi accessibile ed esteticamente gradevole le tue email sia se sono visualizzate su dispositivi mobili sia su desktop.

 

Email interattive

Le email interattive sono diventate di tendenza da circa un paio d’anni.

Questo sicuramente è uno dei trend del futuro.

Quindi dovremo pensare a sviluppare progetti di comunicazione basate sulle email che siano sempre più interattivi e di facile utilizzo.

In questo modo potremo includere nelle nostre email: sondaggi, giochi, moduli, quiz e/o effetti, come modifiche del contenuto al passaggio del mouse.

Tale interattività aumenterà il tasso di conversione, dato che viene ridotto il numero di passaggi che l’utente deve compiere per completare l’interazione con noi.

 

Ritorno alle email di solo testo

In direzione completamente opposta all’utilizzo di email interattive, vi è la tendenza all’uso di email di solo testo.

Questo è dovuto all’applicazione sempre più stringente di linee guida anti-spam, che i provider e gli “host” applicano e applicheranno sempre più in futuro.

Ecco perché siamo convinti che le email di solo testo torneranno alla grande e torneranno ad essere di moda.

Data la sempre maggior protezione delle nostre caselle email, il monitoraggio del tasso di apertura delle email diventerà obsoleto, pertanto i marketer dovranno provare altri formati.

Le email di solo testo saranno un gradito cambiamento nella posta in arrivo in mezzo a tutte le email HTML based che potranno anche diventare un po’ troppo “pesanti” per i nostri clienti.

 

Mailing List efficaci

Alla base del successo di una strategia di eMail Marketing c’è ovviamente la mailing list.

Questa deve essere consistente e deve avere tutti i requisiti per essere efficace.

Creare una mailing list è una cosa complessa e richiede tempo: attrarre clienti sul sito, gestire le registrazioni, avere pazienza e scartare via via le email di clienti non interessati.

Ma nel futuro avere liste di contatti efficaci sarà un elemento fondamentale, soprattutto in chiave di “Customer Retention”.

Per questo strumenti come eMail Parser di Mare Consulting saranno sempre più indispensabili a grandi e piccole imprese.

Perché l’email marketing sta tornando di moda?

L’email marketing sta tornando di moda grazie alla sua accessibilità, convenienza ed efficacia.

Il tasso medio di apertura è del 19,8% in tutti i settori e l’invio costa solo pochi centesimi.

Quindi l’email marketing vanta anche il ROI più alto di qualsiasi altro canale di marketing.

Snov.io Labs riporta uno sbalorditivo ROI del 4.200%.

Colpendo tutte le aree di lead generation, lead nurturing, vendite, brand awareness, engagement, e Customer retention, le possibilità offerte dall’email marketing sono infinite.

 

Parla con una delle migliori società di email marketing

Ora che conosci le ultime tendenze dell’email marketing e i motivi che la rendono così popolare, puoi metterle in pratica nelle tue prossime campagne.

Sappi che, per esempio in Inghilterra, le aziende sprecano circa 2,4 miliardi di sterline all’anno in email irrilevanti… quindi potresti volere che siano dei professionisti a gestire la tua strategia di email marketing.

Se hai bisogno di ulteriori consigli, supporto o servizi per supportare le tue strategie di email marketing, contatta il nostro team di specialisti di Mare Consulting.

Offriamo un pacchetto completo, con un team di esperti che gestisce il tuo email marketing dall’inizio alla, facendoti risparmiare tempo e guadagnare denaro.

 

Vuoi iniziare un progetto di eMail Marketing?

Contattaci ora e inizia subito! Uno dei nostri consulenti sarà felice di affiancarti nel processo di adozione di una strategia di eMail Marketing.

Preso visione informativa privacy: presto il consenso a Mare Consulting S.r.l. al trattamento dei dati personali.
Voglio ricevere aggiornamenti e offerte promozionali da Mare Consulting S.r.l.
Voglio ricevere comunicazioni promozionali personalizzate da Mare Consulting S.r.l.